io autentico

#scommettisudime SPORT: Note Importanti del Protocollo di Collaborazione

Scroll down to content

PREMESSE

  • l’Associazione persegue finalità istituzionali che perseguono gli obiettivi della divulgazione, del sostegno alle Famiglie e dell’inclusione sociale delle Persone con Autismo, come meglio indicati nell’oggetto sociale di cui allo Statuto dalle parti conosciuto;
  • è intenzione dell’Associazione, nell’ambito delle proprie finalità, promuovere una rete di strutture sportive atte a garantire il migliore inserimento ed una efficace inclusione sociale delle Persone con Autismo, capaci di allargare gli interessi e le capacità sociali delle stesse;
  • l’Associazione ha avviato il Programma #scommettisudime SPORT nella Regione Calabria (di seguito denominato “Programma”), al fine di realizzare concretamente una rete di servizi sportivi all’interno dei quali le Persone con Autismo possano coltivare la pratica dell’attività motoria e dedicarsi a veri e propri “impegni sociali” motivanti quali quelli della pratica sportiva, ognuno secondo le proprie capacità e potenzialità e coerentemente con i piani di vita educativa autonomamente seguiti;
  • tale forma di impegno, per l’Associazione rappresenta una misura di sostegno alle Famiglie, di inclusione sociale diretta e di agevolazione alla diffusione della cultura e dell’attività concreta di inclusione delle Persone con Autismo quali parti attive di gruppi sociali eterogenei;
  • l’inserimento di una nuova attività come la pratica motoria e/o sportiva, antecedente o concomitante con l’inserimento in un gruppo sociale, per una Persona con Autismo, può comportare stress emotivo per difficoltà a regolare il dovuto approccio relazionale e di risposta al contesto;
  • la coltivazione di differenti interessi ed attività, compresa quella motoria e sportiva, rappresenta una raccomandazione inserita nelle Linee Guida 21 Autismo del Ministero della Salute – Istituto Superiore di Sanità, quale modalità per il raggiungimento ed il miglioramento delle autonomie individuali;
  • la Struttura intende migliorare i propri servizi resi alla collettività attraverso una più adeguata disponibilità e formazione dal punto di vista relazionale ed esperienziale dei propri istruttori ed operatori, allargandolo a quello con Persone con Disturbi dello Spettro dell’Autismo al fine di favorire loro l’accesso, la permanenza e la coltivazione di un interesse motivante come attività conosciuta e socialmente rilevante per il potenziamento delle proprie abilità, al fine di poter rappresentare la pratica motoria e sportiva offerta, un concreto sostegno alle Famiglie nell’ambito della propria attività istituzionale, riconosciuta come tale ai sensi del proprio Statuto, di Legge e delle Convenzioni Universali sui Diritti dell’Uomo;
  • l’Associazione e la Struttura ritengono che le Famiglie di Persone con Disturbi dello Spettro dell’Autismo rappresentino parte integrante e proattiva dei processi di miglioramento delle autonomie e, pertanto, necessitano di essere attivamente coinvolte nella profilazione della tipologia di approccio che la Struttura vuole garantire per i fini indicati dal Programma;

Il Programma

Il Programma #scommettisudime SPORT è attuato con la collaborazione tra Famiglie, Associazione e Struttura quale intervento rientrante nelle finalità di inclusione sociale e di sostegno alle Famiglie e finalizzato al miglioramento delle abilità individuali delle Persone con Autismo attraverso la possibilità di fruire delle attività fornite dalla Struttura, in gruppi eterogenei, secondo le caratteristiche proprie di ogni Persona con Autismo.

Svolgimento del Programma

  1. L’Associazione si impegna a divulgare e promuovere la partecipazione al Programma da parte della Struttura presso le Famiglie e le associazioni di Famiglie calabresi, con ogni mezzo a disposizione, al fine di massimizzare l’attività divulgativa dell’intervento di sostegno e di inclusione sociale;
  2. La Struttura mette a disposizione delle Famiglie che ne faranno richiesta i propri istruttori ed il proprio Personale operante nelle attività offerte al fine di individuare concordemente un piano di approccio ed avviamento alla pratica motoria e sportiva che sia rispondente alle necessità della Persona con Autismo, secondo le proprie caratteristiche, finalizzato all’inserimento ed al mantenimento della stessa Persona quale parte attiva in un gruppo eterogeneo;
  3. Il Programma di inserimento e mantenimento quale parte attiva in un gruppo eterogeneo è da intendersi Personalizzato in funzione delle caratteristiche, della abilità e delle potenzialità della Persona con Autismo che sono costantemente monitorate dalle Famiglie e dai loro Professionisti di fiducia;
  4. Il Programma è finalizzato al raggiungimento della migliore autonomia della Persona con Autismo nell’impegno all’attività offerta dalla Struttura e nella gestione relazionale con l’istruttore/operatore della Struttura e con il gruppo in cui potrà essere inserito. È pertanto da intendersi che l’attività dell’educatore/operatore indicato dalla Famiglia per l’affiancamento, coerentemente con le finalità del Programma, deve mirare alla sua definitiva assenza una volta raggiunto un adeguato livello di collaborazione e partecipazione attiva da parte della Persona con Autismo;
  5. Il Programma non può intendersi in alcun modo come una tipologia di trattamento, terapia od approccio scientifico erogato dall’Associazione o dalla Struttura, trattandosi esclusivamente di una iniziativa di sostegno alle Famiglie e di esperienza sociale, resa disponibile dall’Associazione e dalla Struttura, con il completo, attivo e concorde coinvolgimento della Famiglia;
  6. Il Programma non comporta alcun onere finanziario reciproco intercorrente tra Associazione e Struttura.

Impegni a carico delle Famiglie

Le Famiglie si impegnano ad indicare il proprio educatore/operatore di riferimento dedicato alla Persona con Autismo che sarà presente secondo le necessità della stessa Persona con Autismo e degli istruttori/operatori della Struttura, in funzione della finalità del presente Programma e delle esigenze costantemente concordate.

Le Famiglie si impegnano a rispettare con puntualità e coerenza gli impegni di cui al Programma, come concordati con la Struttura, anche al fine garantirne la continuità e compatibilmente con le esigenze organizzative della Struttura stessa.

È a carico delle Famiglie e a favore della Struttura, secondo il tariffario in vigore e fatte salve eventuali agevolazioni autonomamente concesse, il costo per la frequenza della Struttura per lo svolgimento dell’attività scelta dalla Persona con Autismo.

Impegni a carico della Struttura

La Struttura si impegna ad accogliere, inserire e mantenere la Persona con Autismo nell’attività motoria/sportiva scelta tra quelle offerte senza vincoli di durata minima di frequenza, in considerazione delle non preventivamente definibili caratteristiche di collaborazione e preferenze della Persona con Autismo.

L’attività offerta dalla Struttura sarà profilata in funzione delle necessità della Persona con Autismo, compatibilmente alle esigenze organizzative della Struttura, con l’accordo delle Famiglie, con massimo 2 istruttori/operatori di riferimento per la Persona con Autismo, che la Struttura stessa rende disponibili all’affiancamento con l’educatore/operatore della Famiglia.

Impegni a carico dell’Associazione

L’Associazione si impegna a compartecipare al Programma individuale delle Persone con Autismo con un contributo accordato alla Famiglia finalizzato in via esclusiva alla copertura dei costi per la disponibilità e l’operato dell’educatore/operatore di affiancamento agli istruttori/operatori della Struttura ed alla loro attività con la Persona con Autismo e comunque in dipendenza della disponibilità di fondi.

Responsabilità delle Famiglie

Le singole Famiglie sono esclusive responsabili dell’indicazione dei professionisti di riferimento della Persona con Autismo e, pertanto, nella scelta di adesione al Programma, dell’impostazione di una attività motoria/sportiva a valenza sociale, quale quella offerta dal Programma #scommettisudime SPORT, come esperienza coerente con il percorso terapeutico eventualmente seguito. Le singole Famiglie sono esclusive responsabili dell’indicazione e dell’operato dell’educatore/operatore dedicato all’affiancamento dell’istruttore e degli operatori della Struttura, oltre che dell’impostazione dell’approccio utile all’inserimento e finalizzato al mantenimento della Persona con Autismo quale parte attiva in un gruppo eterogeneo.

Responsabilità della Struttura

È responsabilità della Struttura garantire la copertura assicurativa per rischi sull’attività esercitata dall’istruttore sportivo e dagli operatori dedicati; per rischi in relazione all’attività motoria/sportiva alla quale è iscritta la Persona con Autismo frequentante la Struttura, come già regolamentato dalla normativa in materia; per rischi in relazione alla presenza di terzi all’interno della Struttura, incluso l’educatore/operatore della Famiglia.

Responsabilità dell’Associazione

È responsabilità dell’Associazione la verifica della continuità nella collaborazione tra Famiglie e Struttura e della coerenza al Programma del percorso di attività motoria/sportiva/relazionale seguito dalla Persona con Autismo. In mancanza, il Programma potrà essere interrotto, senza alcuna pretesa da parte delle Famiglie e della Struttura.

HEADERJPG

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: